FERITA AL COSTATO


Foto: Beppino Tartaro
(clicca per ingrandire)




Particolare.
Foto: Beppino Tartaro
(clicca per ingrandire)




Particolare.
Foto: Beppino Tartaro
(clicca per ingrandire)




Foto Beppino Tartaro
(clicca per ingrandire)



CETO DEI PITTORI E DECORATORI


Opera di Domenico Nolfo



La " Ferita al Costato " o, come anticamente detto " La Crocifissione ", venne affidato, con atto rogato dal notaio Melchiorre Castiglione il 27 aprile 1620 ( corda 9996 - pag.203 recto - AST Trapani ), ai funai ( ars cordareorum ) e successivamente ai canapai.
Alle due categorie,subentrarono nella cura " du mistere cannavara " nel 1966 i pittori ed i decoratori che decisero subito di rifare gli ornamenti argentei.


E' un'opera d'arte perfetta e ricca di sentimento.

Gesù crocifisso, ha già reclinato il capo nell' abbandono della morte. Maria è con le mani congiunte in un atteggiamento di indicibile dolore, così come sofferta è l'espressione di Giovanni, mentre Maria Maddalena, inginocchiata i piedi della Croce, guarda con angoscia il centurione romano che trafigge con la lancia il costato di Gesù.

Il gruppo rimase gravemente danneggiato dagli eventi bellici del 1943 e venne magistralmente restaurato da Giuseppe Cafiero nel 1947.


Beppino Tartaro
( www.processionemisteritp.it )

 

 

 

 
 

powered by first web - segnalato su www.viveretrapani.it