ARGENTI


Aureola " Separazione " - Foto B.Tartaro
(clicca per ingrandire)




Argenti " Addolorata " - Foot G.Barraco
(clicca per ingrandire)




Croce " Calvario " - Foto B.Tartaro
(clicca per ingrandire)




Balcone " Ecce Homo " - Foto B.Tartaro
(clicca per ingrandire)



I Sacri Gruppi dei Misteri in occasione della processione, vengono adornati con preziosi ornamenti che ne arricchiscono la bellezza e valorizzano l'antichità.

Si tratta, prevalentemente, di opere realizzate in argento, anche se non mancano decorazioni in oro e in corallo.

Furono commissionati sin dai primordi della processione, quando venne affidato alle Maestranze la cura dei gruppi per la rappresentazione del Venerdì Santo.

Ad eseguire i preziosi oggetti vennero chiamati i più noti maestri argentieri trapanesi : Michele Tamborello, Ottavio Martinez, Giuseppe Piazza o Giovanni Porrata, Vito o Vincenzo Parisi, Giacomo o Giovanni Caltagirone, Giacomo o Giuseppe Costadura e tanti altri.

Gli argenti ed i preziosi, nei restanti giorni dell'anno vengono custoditi a cura del capo-console di ogni singolo gruppo e soltanto qualche giorno prima lucidati, seguendo un rituale seguito con affetto dai componenti del ceto.

E' generalmente uno dei consoli a " vestire " il gruppo. La " vestizione " segna infatti uno dei momenti clou della preparazione dei gruppi e precede o si svolge quasi in contemporanea con un altro momento significativo, quello dell'addobbo floreale.

Di notevole valore storico e artistico sono gli " abitini ".
Si tratta di una riproduzione in argento del gruppo che i componenti la maestranza indossano legandola al collo con una cordicella; malgrado l'antica processione delle maestranze in abito nero sia stata sostituita da figuranti in costume, alcuni gruppi conservano ancora questa antica e suggestiva tradizione.

Beppino Tartaro
( tratto dal sito www.processionemisteritp.it )

 

 

 

 
 

powered by first web - segnalato su www.viveretrapani.it