E' IL MOMENTO DI DIRE BASTA.


E’ venuto il momento di dire basta. Il Consiglio di Amministrazione, scevro da qualsiasi preconcetto verso chiunque, aveva deciso all’inizio del proprio mandato, di evitare polemiche di qualsiasi natura, per riportare sia all’interno, che all’esterno dell’Unione quel clima di serenità d’animo e di comunione di intenti, che si era perso per strada da parecchio tempo. Questo è stato il motivo che ha indotto il Consiglio, in questi ultimi mesi, a limitare al minimo indispensabile le proprie sortite all’esterno ed i propri pubblici interventi, proprio per non rinnovare polemiche fine a se stesse e meramente strumentali. Ma siccome c’è chi si diverte a polemizzare gratuitamente, (si diverte con ben poco), e poiché queste polemiche seppur sterili e destituite di fondamento hanno assunto il carattere della continuità e della gratuità fino al limite della bugia, è venuto il momento di dire basta e di riportare le cose al loro posto. Tanto per essere chiari ci riferiamo all’attacco ricevuto nella prima edizione del TGSUD di Venerdì 23 febbraio 2007, dove il Sig. Cammareri, giornalista dell’unica emittente cittadina ha ampiamente polemizzato con l’Unione accusandola di scarsa informazione, per non aver pubblicato per tempo il calendario delle “Scinnute”, tanto che la stessa emittente ne avrebbe avuto notizia clandestinamente. Ci sorprendiamo che un giornalista di una pubblica emittente sia così disinformato, se così è sarebbe preferibile che cambiasse mestiere, in quanto lo stesso come si dice a Trapani mangia “pane scurdato”, dimenticando, per caso o per volontà, che il calendario delle “Scinnute” è stato pubblicato sul sito ufficiale dell’Unione Maestranze sin dal giorno successivo alla sua approvazione da parte dell’Assemblea, per non dimenticare ancora che da parecchi giorni le locandine delle funzioni, complete di date, orari e programmi, sono affisse nei negozi e nei pubblici esercizi di tutta la città, scordandosi infine che è stato proprio lo stesso Sig. Cammareri a dare pubblica lettura del calendario delle “Scinnute” nel corso della sua trasmissione “Agorà”. Ci dispiace quindi che il Sig. Cammareri voglia polemizzare così gratuitamente, diffondendo notizie destituite di qualsiasi fondamento. Per quanto riguarda il capitolo itinerari, ci permettiamo di sottolineare che qualsiasi discussione sull’argomento, rimane in questo momento fine a se stessa, tenuto conto che gli itinerari preparati dal Consiglio unitamente alla Commissione appositamente nominata, (se era necessaria o meno lo devono valutare i Consoli e non certo il Sig. Cammareri) prima di essere resi pubblici necessitano della approvazione della Assemblea dei Capi Console, che potrebbe apportare modifiche più o meno sostanziali, prima della definitiva approvazione, e non ci sembrerebbe corretto darne pubblicazione prima della Assemblea del 28 febbraio prossimo. Pensiamo che questo sia un ragionamento corretto, frutto di giudizio e di senso di rispetto nei confronti degli Associati, e ci spiace che non se ne sia colto il senso e l’importanza. Sulla composizione degli itinerari potremo poi argomentare quanto vorremo, ognuno avrà sempre ragione, e quello definitivamente approvato sarà sempre sbagliato, perché le scuole di pensiero saranno sempre tante, ma prima di scatenarvi in chiacchere e critiche abbiate la compiacenza di aspettare educatamente. Certamente se il Consiglio ha preso in considerazione l’eventualità di apportare delle variazioni significative a quanto avvenuto negli anni precedenti, certamente non lo avrà fatto per caso o per divertimento, ma sicuramente per tentare di dare una sterzata decisa, tenuto conto dei molteplici errori e della evidente disorganizzazione delle ultime Processioni che sono ancora sotto gli occhi di tutti, dove praticamente si è fatto scempio della Processione stessa, scatenando pesanti critiche da parte di tutti con in testa, ed a ragione, il nostro Primo Cittadino. Tutti questi fattori il Sig. Cammareri non li ha considerati, forse negli ultimi anni non è stato a Trapani in occasione delle recenti Processioni, oppure se c’era volgeva lo sguardo altrove. Allora la smetta di criticare in modo così gratuito, fazioso e di parte, dando probabilmente ascolto a delle sirene alle quali ormai non crede più nessuno, in quanto oramai cotte, decotte e stracotte, e che nel passato hanno soltanto fatto scempio e terra bruciata della Processione e dell’intera Unione Maestranze. Si informi prima di criticare e di accusare. L’Unione oggi dispone di un sito abbastanza aggiornato e funzionante, e quindi primo strumento conoscitivo. L’Unione dispone di uomini che sono disponibili al dialogo ed alla informazione, e per l’avvenire prima di lasciare sedie vuote nelle Sue trasmissioni, contornandosi solo di chi Le fa comodo, qualora il Presidente appositamente invitato non possa accettare per impegni personali, contatti l’intero Consiglio iniziando dal Vice Presidente a scendere e stia pur tranquillo che un rappresentante lo troverà sempre disponibile. Come vede le “castronerie” sono familiari anche a Lei, ma noi in questa corsa pensiamo di arrivare certamente secondi.
IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
DELL’UNIONE MAESTRANZE.

 

 

 

 
 

powered by first web - segnalato su www.viveretrapani.it